Il ministro frigge la politica?

DIstrazione


Pensai al titolo “cucina politica” per questo blog oltre due mesi or sono, ma non volendo replicare il titolo di altri blog cercai informazioni sulla Rete per verificare. Nel corso della ricerca m’imbattei nella citazione di un grande genio contemporaneo: il ministro Brunetta.

La citazione suona così “cucinare è come fare politica.” Non vorrei paragonarmi a cotanto genio, ma credo che le cose stiano esattamente al contrario.

Quindi direi – fare politica è come cucinare. –

La cosa è ben diversa. D’altronde un antico “collega” del nostro ministro, Lao Tse, afferma nel Tao te Ching che “governare è come friggere pesciolini” e non che friggere pesciolini è come governare.

L’affermazione ha un senso ben diverso e il senso sfugge o addirittura si annulla nel secondo caso. Sono in molti a sapere come si friggono pesciolini (anche se non tutti quelli che friggono pesciolini sanno friggerli a regola d’arte) e sono pochissimi a sapere come si governa (e non tutti coloro che governano sanno come governare).

Riusciamo a cogliere l’importanza del saper governare proprio attraverso l’esperienza che abbiamo del friggere pesciolini: immaginate l’affermazione al contrario. Comunque provate a girare e rigirare i pesciolini mentre sono nell’olio e vi accorgerete dell’insegnamento che Lao Tse intendeva trasmettere.

Ma Brunetta è un genio, stando a quanto da lui stesso dichiarato intendeva prendere il premio Nobel dell’economia, e ha preferito rovesciare la logica. Se qualcuno riesce a fornirmi un senso all’affermazione “cucinare è come fare politica.”  gliene sarò grato. D’altronde se, p. es, vogliamo dire che in cucina si cerca di non fare sprechi, si cerca di capire i gusti degli invitati, si cerca di equilibrare innovazione e tradizione allora è proprio idiota dire che questo si desume dall’esperienza della realtà politica. Ha senso, invece, servirsi della cucina come metafora in politica. Giusto come affermava l’antico suo “collega” Lao Tse (che penso sobbalzi nella tomba ogni volta che lo cito affianco al nostro contemporaneo ministro).

Annunci